crescita professionale

Crescita professionale: la soluzione è l’atteggiamento mentale

L’ingrediente fondamentale per la CRESCITA PROFESSIONALE è l’atteggiamento mentale: ovvero il modo in cui approcciamo i problemi.

 

Mondo del benessere e crescita professionale

Hai fatto dei corsi, hai creato un’attività… ora ti trovi davanti ad un impegno importante: farla crescere e portarla ad un livello realmente “professionale”.

Trovare un proprio spazio per espandere il lavoro nel campo olistico non è facile, anche oggi che la Discipline Naturali godono di una maggiore attenzione da parte del pubblico.

I cambiamenti sociali coinvolgono tutti i settori. Come ben sappiamo, la paura di perdere risorse blocca spesso il desiderio di intraprendere una nuova strada per la ricerca del benessere.

In poche parole, ci rifacciamo al vecchio detto popolare: chi lascia la strada vecchia per la nuova, sa quella che lascia ma non sa quella che trova.

E’ normale avere paura di sbagliare, ma quando questa paura blocca la crescita professionale… beh allora è il caso di affrontare il problema prima possibile, o la decrescita infelice è alle porte.

 

L’atteggiamento mentale : la chiave di volta del miglioramento

Uno dei pregiudizi che la mente umana utilizza più assiduamente è la tendenza ad adagiarsi negli schemi già conosciuti.

La nostra mente, per sentirsi calma ed evitare l’insicurezza, ama ricevere conferme alle sue strutture.

Questo pregiudizio (bias cognitivo) non è necessariamente basato sull’evidenza oggettiva: nasce più dal senso di calore generato dalla permanenza nella zona di comfort.

Purtroppo non sempre questo comfort è reale: molto spesso è solo un modo per evitare di affrontare un cambiamento che costerebbe uno sforzo.

 

Approfondisci
Prendere una decisione quando cerchi un corso: cosa ti blocca?

 

Il modo per distinguere se è vero comfort o fuga dalla realtà è molto semplice. Devi rispondere a due domande cruciali:

1 – Hai clienti a sufficienza per sostenere la tua vita e la tua attività in modo indipendente?

2 – Sei totalmente appagato dalla tua giornata lavorativa?

Se la risposta è no, significa che le scelte che stai portando avanti non sono positive per la tua crescita lavorativa.

 

Probabilmente utilizzi dei metodi obsoleti, oppure hai timore di metterti in gioco sul serio. Non è una colpa, ma dimostra che le azioni che hai compiuto fino ad oggi, non erano quelle adeguate per cambiare in meglio la tua situazione.

 

Siamo in cerca di conferme

crescita professionale 2Quando qualcosa che vediamo conferma le nostre convinzioni, proviamo un senso interiore di appagamento e di benessere.

Per questo tendiamo a rifuggire tutto ciò che suona stridente alle nostre orecchie.

Nel mondo del benessere, per esempio, ci sono alcune abitudini ricorrenti (fare  volantinaggio, pubblicare coupon, ecc.), che costituiscono il 90% dei mezzi utilizzati nella ricerca di crescita professionale.

 

Purtroppo nessuno ci campa. Sicuramente non i piccoli professionisti con uno studio individuale.

Tutto questo funzionava ancora (ma poco) 20 anni fa, oggi è superato. Ma siccome tutti lo fanno e si è sempre fatto così, nessuno cerca una strada alternativa.

In realtà la crescita professionale è appena dietro l’angolo: però occorre cambiare strada.

 

Il primo passo è cambiare l’atteggiamento mentale, cioè:

RIFUGGI LE “CONFERME” E PRESTA ATTENZIONE A CIO’ CHE TI DA’ FASTIDIO.

Quando una soluzione è ovvia, conosciuta, facile… gira i tacchi e vai dalla parte opposta 🙂

 

 

Approfondisci
Aprire uno studio di naturopatia: ecco il percorso che devi seguire

 

Superare le paure

Quando una soluzione (per quanto accettabile) genera un conflitto mentale o un senso di fastidio, significa che tocca un pregiudizio radicato.

Invece di rifiutarla (come verrebbe spontaneo fare), occorre invece prestarle attenzione: capire quali paure va a risvegliare, e lavorare per superare quelle paure.

La paura è un blocco, un ostacolo alla crescita personale.

 

  • Quante occasioni stai perdendo a causa delle paure?
  • Quante opportunità ti sfuggono via perchè non presti attenzione a qualcosa che ci richiede un atto di rinuncia alla “strada vecchia”?
  • Quanto ritardo stai provocando ai danni della crescita professionale, per la paura di modificare delle abitudini radicate?

La risposta è solo una: troppe.

 

La soluzione è semplicissima e la puoi applicare da subito: comincia ad ascoltare quella che ti appare come “la voce fuori dal coro”, il metodo più DIFFICILE.  Più ti infastidice, più ti aiuta ad affrontare le paure. 

Felice crescita professionale!

 

Spread the love