corso-di-cromoterapia-1

Corso di Cromoterapia : esercitazioni individuali – Due Cieli

Corso di cromoterapia.

La Cromoterapia (che ora, secondo le nuove Leggi,  si chiama cromopratica), basa la sua azione sull’effetto vibrazionale dei colori.

Secondo l’opinione di un medico con cui ho avuto modo di parlarne, la “medicina” del futuro sarà basata su suono e colore. Tutto ciò che è vibrazione agisce sul piano causale, ovvero sull’origine energetica del benessere (o malessere) dell’individuo.

Nel corso a distanza di cromoterapia sono previste parecchie esercitazioni, che hanno la finalità di porre lo studente all’interno di un percorso esperienziale. Dalle sensazioni individuali deriva una maggiore conoscenza della materia.

 

 

Verifica del corso di cromoterapia

Ecco uno stralcio preso da una verifica, che parla dell’esercizio di Respirazione dei Colori.

<<

corso-di-cromoterapia-2

Durante l’esercizio di “Respirazione con i colori”, ho provato in generale una sensazione di rilassamento e di “riequilibrio”. Mi sono accorto che alcuni colori necessitavano di essere respirati più a lungo di altri. In particolare mi sono soffermato di più a respirare i primi tre colori: rosso, arancione e giallo.

Da parte mia ho ipotizzato che questa necessità potesse esser collegata con una “carenza energetica” legata ai primi tre chakra, o comunque con un loro eventuale squilibrio energetico. Questa ipotesi è stata da me avvalorata analizzando, in maniera più profonda e razionale, la situazione che sto vivendo in questo momento.

Attraverso infatti un periodo di forte cambiamento, dove le paure materiali, quelle ad esempio legate al lavoro, sono molto forti. Inoltre il caldo di questi giorni mi ha estremamente debilitato sul piano fisico. Insomma avevo bisogno di energia vitale. Il rosso ha in sè questa caratteristica, perché infonde proprio vitalità.

Penso che le paure materiali che sto affrontando abbiano causato un rallentamento vibrazionale del primo Chakra, che è appunto di colore rosso. Dunque, per riequilibrarlo ho inconsciamente respirato di più questo colore.

La valutazione poi è stata estesa anche agli altri due, collegati con i rispettivi chakra: Il secondo di colore arancione e il terzo di colore giallo.

Senza dilungarmi posso dire che anche in questo caso, ho trovato un legame diretto tra queste tre componenti:

  • “Situazione Emotiva e Psicofisica della persona in un determinato momento”,
  • “Funzionalità e caratteristiche dei chakra”,
  • “Caratteristiche dei colori sotto l’aspetto cromoterapico”.

 

* il termine Psicofisico non intende in alcun modo riferirsi a una diagnosi clinica fatta sulla mia persona ma è usato come vocabolo riassuntivo di tutta una serie di caratteristiche e sensazioni sia fisiche che psicologiche che ho notato in me durante l’esecuzione dell’ esercizio e che ho annotato per inquadrare una situazione.

S.C.

>>

Se sei interessato anche tu al Corso di Cromoterapia, contattaci attraverso il form qui a fianco.

Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.